I tessuti

Dietro ogni tessuto, una storia

Per Darling Grace i tessuti sono espressione di esclusività e di moda sostenibile.
Biologici, eco-compostabili o eco-biodegradabili, ogni capo è il frutto della ricerca in fibre che rispettino appieno l’ambiente, valorizzando, anche attraverso la scelta di colori esclusivi, l’unicità e la raffinatezza di ogni donna.

I tessuti di Darling Grace puntano non solo alla salvaguardia dell’ambiente, ma anche al benessere, grazie alla loro capacità di rispettare appieno la salute della pelle.

Quali sono i tessuti scelti da Darling Grace

TENCEL Lyocell

La fibra tessile Lyocell è estratta da alberi di Eucalipto coltivati da aziende certificate Forest Stewardship Council (FSC), che garantisce albereti di eucalipto ecosostenibili.
Il Lyocell è un tessuto estremamente morbido. Avete presente la sensazione sulla pelle che fanno il cashmere o la seta? Il Lyocell regala la stessa sensazione, garantendo non solo confort, ma anche vantaggi concreti per la pelle! Amiamo questa fibra anche perché ha davvero tantissimi vantaggi:
• Non fa sudare la pelle
• Tiene molto caldo
• Ha proprietà antibatteriche naturali
• È ipoallergico

Lyocell SEACELL Alga

La fibra del Lyocell SEACELL ricavata dall’alga è preziosa per la difesa del nostro corpo dalle influenze ambientali dannose. Questo perchè le sostanze presenti nelle alghe aiutano ad attivare la rigenerazione cellulare. Il Lyocell SEACELL utilizzato per molti dei capi Darling Grace è un processo brevettato ad alta tecnologia, che incorpora l’alga in una fibra di cellulosa naturale. Questa fibra è perfetta per il benessere fisico e mentale e l’abbiamo scelta perchè è facilmente combinabile con molte alte fibre.

  • Aggiunge una sensazione setosa e liscia a qualsiasi tessuto, un po’ come quando si indossano il cashmere o la seta
  • Non fa sudare, ma tiene caldo
  • Tiene lontano gli acari grazie alle sue proprietà anti-batteriche naturali
  • È un tessuto ipoallergenico e aiuta chi soffre di particolari allergie

Tessuto 50% cotone e 50% cupro

Cupro BEMBERG 

Il Cupro BEMBERG viene spesso denominato la “seta vegetale”, proprio perché si tratta di una fibra fresca, leggera e lucente, un po’ come la seta, ma allo stesso tempo resistente, traspirante e vegan perché realizzata a partire da un sottoprodotto del cotone.
Realizzato con un materiale di derivazione naturale, il Cupro BEMBERG è una fibra biodegradabile, derivante dai linter di cotone, che può essere decomposta dagli organismi viventi e prodotto attraverso una combustione che emette pochissime sostanze pericolose. Questo processo brevettato è prodotto dalla sola Asahi Kasei, azienda che ha investito moltissimo nei suoi processi di lavorazione, raggiungendo nel 2016 il 99,8% di emissioni zero.
Nei tessuti dei nostri capi è spesso associata al cotone biologico, e oltre che per la sua sostenibilità lo abbiamo scelto perchè:

  • è delicato sulla pelle e ha qualità come lucentezza ed elasticità 
  • evita allergie e irritazioni, soprattutto grazie alla sua struttura. La sua sezione circolare e la sua superficie liscia assicurano infatti un indice di frizione a contatto con la pelle molto basso e impedisce alle sostanze detergenti che si depositino nei filamenti

Cotone biologico


La coltivazione del cotone biologico si fonda su regole molto ferree: il lavoro è eticamente certificato e la coltivazione si basa sulla rotazione dei terreni. In questo modo si evita quindi il totale esaurimento delle sostanze nutrienti minerali presenti nel terreno,
Ricordatevi come sempre di controllare le etichette per verificare le certificazioni, come il GOTS – Global Organic Textile Standard e l’OCS – Organic Content Standard.
Quindi, per fare una sintesi, ecco le principali differenze tra cotone biologico e cotone standard.

  • No OGM (Organismi Geneticamente Modificati)
  • Terreno sano dovuto all’irrorazione di materie organiche
  • Terreno sempre vivo grazie alla rotazione delle colture
  • Defogliazione naturale dovuta agli agenti atmosferici
  • Le tinture usate sono a basso impatto ambientale
  • Garanzia di lavoro equo in tutta la filiera tessile

Fibra di mais Ingeo

La fibra di mais Ingeo è una delle più innovative della nostra collezione. Si tratta di un tessuto unico per qualità, che si avvicina alle fibre sintetiche, ma che mantiene comunque la sua essenza naturale ed ecologica. Anche la fibra di mais si distingue per le sue proprietà:

  • è ipoallergenica e ottima per la salute della pelle
  • vanta un’elevata traspirabilità, superiore a quella del cotone: un piacere da guardare, ma anche da sentire sulla pelle

Menta

La menta è un nuovo tipo di fibra antibatterica, adatta a essere miscelata con altre fibre, che si ottiene dall’estratto di menta con cellulosa. La sua proprietà principale è proprio quella di essere una fibra rinfrescante e altamente antibatterica naturale, tanto da avere una funzione certificata contro lo Staphylococcus aureus, l’Escherichia Choli e la Candida albicans. Ma questa è solo la più importante. La menta infatti:

  • è morbida e confortevole
  • è traspirante e fresca
  • è biodegradabile

Viscosa ecologica

La viscosa è una fibra artificiale realizzata miscelando la cellulosa vegetale a composti chimici, quindi una fibra tessile che utilizza una parte di materia prima di origine naturale e che si ottiene attraverso alcuni processi chimici. Per questo possiamo la viscosa scelta da Darling Grace è a tutti gli effetti una fibra ecologica. Si tratta di un tessuto molto resistente all’usura, biodegradabile e assorbe molto bene i colori che appaiono più luminosi. Per essere certi che la viscosa sia ecologica è importante assicurarsi che esponga l’etichetta OekoTex, e che possibilmente sia prodotto in Europa. L’abbigliamento in viscosa prodotto in Europa rispetta la regolamentazione REACH valida solo per capi di abbigliamento realizzati nel nostro continente. Anche in questo caso le proprietà sono diverse:

  • è traspirante e anti-microbica
  • è elastica, morbida e luminosa
  • non restringe e non scolora e asciuga rapidamente, da dedicare al proprio benessere

Bambù

Il bambù è una pianta sempreverde da cui è possibile ricavare la fibra di bambù, una viscosa artificiale di origine naturale. Anche questo tessuto vanta molte proprietà:

  • mantiene un tocco brillante e di morbidezza
  • ha una forte qualità anti-batterica, dovuta ad un bio-agente anti-microbico chiamato ‘bamboo kun’ che si trova naturalmente nella fibra. Questo aiuta a ridurre i batteri che prosperano nei vestiti e di conseguenza sulla nostra pelle: per questo è sempre più utilizzato dai brand per i capi anti-sudore
  • è biodegradabile e per questo totalmente ecologico, riducendo al minimo gli impatti sull’ambiente
  • può essere ben miscelato con altri tessuti: è davvero perfetto in abbinamento con il cotone biologico.

Seta non violenta

La seta non violenta (o organic peace-silk o seta ahimsa, come la chiamano in India) è una fibra naturale ricavata da bozzoli in cui si consente alla larva di completare la metamorfosi e di trasformarsi farfalla.

Nell’uscire dal bozzolo, la farfalla deve praticare un’apertura che taglia il filo di seta in pezzi minuscoli (normalmente misura anche 300 metri di lunghezza). Per questo motivo la filatura diventa più difficile e il filo che si ricava è più spesso e irregolare. La seta non violenta è perciò leggermente meno morbida (un po’ più simile al cotone al tatto), ma è comunque preziosa e costosa, perché difficile da reperire.

Se poi questo filato viene tinto con pigmenti vegetali o ecocompatibili, il suo valore è davvero straordinario.

Vuoi personalizzare i capi Darling Grace con i nostri tessuti?

Scrivi a info@darling-grace.com per avere una proposta su misura